Spedizione grauita per ordini superiori a 149.00€

Barbera D'Alba 0.75

19.50€
Controllando il magazzino...

CONDIVIDI:

Spedizione gratuita

Rimborso garantito

Pagamenti sicuri

Annata 2018
Vitigni 100% barbera
Alcol 14.00 %
Temperatura di servizio 18/20 °C
Denominazione
Tipologia Rosso
Abbinamenti si abbina a piatti di Carne, Formaggi, Primi, Salumi
Formato 0.75 l
Il Barbera di Luciano Sandrone è un vino rosso corposo e intenso, affinato per 12 mesi in tonneau. Dal colore rubino scuro, il naso si presenta dolce, fruttato, avvolgente, con ampio e articolato bouquet. In bocca è fresco, succoso, morbido, di gran equilibrio e struttura ma scorrevole, con tannini morbidi e lungo finale

Note degustazione

color rubino scuro. Al naso fruttato, dolce, avvolgente, con note di lampone, mirtilli, salvia e cioccolato fondente. Al gusto fresco, succoso, morbido, ben equilibrato, di struttura, ma sempre scorrevole grazie alla mineralità, tannini delicati e lungo finale fruttato

Cantina

L'azienda vitivinicola Sandrone è nata sul finire degli anni '70, nel 1978 per l'esattezza, ed è stata fondata dalla famiglia Sandrone con l'obiettivo di produrre vini che potessero tradurre in bottiglia la migliore espressione del vitigno nebbiolo, allevato nel favoloso e unico terroir delle Langhe piemontesi. Con poco meno di trenta ettari vitati, tra vigneti di proprietà e vigneti in affitto, oggi l'impresa vinicola Sandrone è da annoverare senza dubbio tra le più importanti aziende produttrici di Barolo, vino che ormai da anni, quando viene etichettato per l'appunto con il nome "Sandrone", diventa automaticamente sinonimo di eccellenza e di livelli qualitativi altissimi. L'azienda, che è stata lentamente ma gradualmente ampliata nel corso degli anni sia per ciò che riguarda i vigneti che per quanto concerne i locali di cantina, produce attualmente circa 90-100mila bottiglie all'anno, ma innanzitutto è da ricordare come una tra le prime cantine produttrici di Barolo a essersi aggiudicata, con l'annata 1990 del Barolo Cannubi Boschis, i 100 punti assegnati dal celebre critico enologico Robert Parker.